Feste e rievocazioni nell’estate toscana

La Toscana offre infinite possibilità durante l’estate di conoscere, divertendosi, il proprio passato. Rievocazioni storiche, sfilate e costumi d’epoca porteranno i toscani, e i turisti di tutto il mondo che affollano la nostra regione, a rivivere il passato, tra Medioevo e Rinascimento. Non solo libri da studiare, ma emozioni da vivere lungo le nostre strade e piazze che per qualche sera si trasformano in storie e a noi sconosciute. Ad Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena, piccolo comune ricco di storia sulle pendici del Monte Amiata, durante il secondo fine settimana di luglio, quest’anno il 13 e 14 luglio, si svolge l’Offerta dei Censi. La rievocazione storica vede la cittadina tornare al Medioevo, rivivono arti e mestieri del tempo, si vestono gli abiti antichi e si ricrea la vita quotidiana dei secoli passati. La festa è accompagnata da banchetti e danze popolari che coinvolgono tutta la comunità nel borgo senese. Bisogna arrivare a fine estate e spostarsi verso l’aretino per assistere, nella città natale di Piero della Francesca, Sansepolcro, il Palio della Balestra preceduto da l’Offerta della Cera, il Palio di Sant’Egidio e il Palio dei Rioni. Luogo insignito del titolo di Città della Pace e della Cultura, Sansepolcro sfida la storica città “nemica”, Gubbio, nel più antico e celebre Palio della Balestra. Balestrieri dame e liberi cittadini, dal 1594, venivano addestrati all’ uso della balestra nel caso in cui la città avesse dovuto affrontare una guerra o semplicemente difendersi. Da allora, ininterrottamente nei secoli, la tradizione si rinnova con lo stesso rito che vede leggere il bando di sfida ai rivali umbri, a seguire la benedizione delle armi e per finire la gara con la balestra. Il palio della balestra si svolge nella seconda domenica di settembre, quest’anno l’8 settembre, e chiude le rievocazioni storiche iniziate a fine agosto. Scendendo verso Grosseto, e rimanendo in tema di guerre e cavalieri, si può assistere a Massa Marittima al Balestro del Girifalco che si tiene due volte l’anno, la quarta domenica di maggio e l’altra il 14 agosto. Alla gara prendono parte 24 balestrieri, rappresentanti dei Terzieri in cui è divisa la città da secoli, preceduti dal corteo storico e dagli sbandieratori che danno il via alla festa in Piazza del Duomo. Il balestriere carica la propria arma con il “girello”, prende posto sul banco di tiro e scaglia la freccia verso il “corniolo”, il bersaglio. Il vincitore avrà in premio una freccia d’oro mentre al Terziere di appartenenza del balestriere vincitore viene assegnato il “drappellone” di seta dipinta. Il nostro cammino attraverso i secoli e le tradizioni torna nel centro della Toscana, a Pescia, in provincia di Pistoia, con il suo Palio degli Arcieri. I quattro rioni della città, con i loro vessilli, si sfidano per aggiudicarsi il “Cencio”. Il palio che si disputa la prima domenica di settembre è preceduto anche in questo caso da corteo storico, concorso di bellezza per la dama medievale più interessante, dal torneo di “palla al paniere” e da cene propiziatorie dei rioni che ricordano la magia di secoli passati.

www.cittàdellefiaccole.it

www.comune.sansepolcro.ar.it

www.balestrierisansepolcro.it

www.culturadellapace.org

www.societaterzierimassetani.it

www.paliocittadipescia.it

 

Valentina Vespi

 

 

 

 

 

 

The following two tabs change content below.

Valentina

Mamma, moglie, giornalista per passione. Laureata in Storia e Tutela dei Beni Artistici a Firenze, appassionata di politica, sono impiegata dai tempi dell’università nella grande distribuzione. Iscritta all’Ordine dei Giornalisti della Toscana ho collaborato con testate locali e con l’Informatore di Unicoop Firenze.

Ultimi post di Valentina (vedi tutti)