dav

Il Dolce del Cuore

Il Tiramisù

Il tiramisù è per me il dolce del cuore.

Il classico dolce che preparava sempre mia nonna nei giorni di
festa e oggi è anche il dolce preferito di mio marito.

Ho imparato a farlo fin da piccola, mi divertiva montare gli
albumi delle uova a neve (quasi una magia) sotto lo sguardo
attento della nonna e poi inzuppare i pavesini nel caffè bollente.
Guardavo mia nonna prepararlo e cercavo di carpire i suoi
segreti.

Le varianti sono tante: con bagna al caffè, con fragole, con
succo di frutta, con panna montata, con savoiardi o pavesini…

INGREDIENTI X 8 PERSONE

  • 500 gr di mascarpone (io consiglio mukki)
  • 4 uova
  • 4 cucchiai di zucchero (io utilizzo quello di canna)
  • succo di mezzo limone
  • 1 moka
  • pavesini
  • cioccolato fondente in pezzetti
  • cacao amaro in polvere

PROCEDIMENTO

  • Preparare il caffè con la moka e aggiungere un po’ di
    zucchero quando il caffè è ancora caldo
  • Montare a neve gli albumi
  • In un un’altra ciotola sbattere, con la frusta a mano, i rossi
    d’uovo con lo zucchero
  • Aggiungere al composto di uova e zucchero il mascarpone e
    amalgamare fino ad ottenere un composto denso e liscio
  • Aggiungere il succo di mezzo limone e poi con una spatola
    (detta anche “marisa” o “lecca-pentole”) gli albumi montati a
    neve con un movimento delicato dal basso verso l’alto (il
    segreto per non smontare la crema)
  • Stendere sul fondo uno strato di crema, poi alternare i
    pavesini bagnati nel caffè, i pezzetti di cioccolato fondente e
    la crema fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Terminare il dolce con uno strato di crema al mascarpone e
    una copertura generosa di cacao amaro in polvere.
  • Mettere in frigo per qualche ora prima di servire

*Per comporre il dolce potete scegliere il contenitore che
preferite: una pirofila per presentare il tiramisù come il
classico dolce della domenica o barottolini di vetro monoporzione
per un’idea più chic e ricercata.

*L’idea in più: aggiungere qualche mandorla tostata a pezzetti
insieme al cioccolato fondente.

Preparare dolci da condividere con gli altri è un gesto di
affetto e altruismo.

By @unapsicologaincucina


The following two tabs change content below.

unapsicologaincucina

Sono Francesca Bartolozzi classe 1981, psicologa e psicoterapeuta, istruttrice di pratiche di Mindfulness, moglie e mamma di un favoloso maschietto I miei amici mi chiamano unapsicologaincucina per la mia passione per i fornelli (amo creare e sperimentare nuove ricette; ho un debole per la pasticceria)

Ultimi post di unapsicologaincucina (vedi tutti)