Parole latine

NUGAE

Questa parola latina significa bazzecole, futilità, inizie, frottole, ciance, nullità, sciocchezza, levità, irrilevante ed ininfluente dato, e andrebbe letta come se ci fosse una “h” tra la “g” e la “e”, il suono è, quindi, “nughe” anche perché il dittongo “ae” in Latino si legge “e”.

Catullo grande poeta usò questa parola che non ha singolare ed è proprio lui ad ispirarmi una riflessione sulle sciocchezze che noi facciamo anche senza accorgercene.

Ma le sciocchezze sembrano essere magiche, talvolta, perché si trasformano in cose molto serie che possono cambiarci la vita.

Magari facciamo tardi per un banale bottone che se ne cade e quel contrattempo mi fa perdere una corsa della metropolitana o del tram, ma nella successiva corsa incontro lei con la quale mi sono sposato…

Lo studente fa un errore che gli costa un debito scolastico, ma per prepararsi e rimediare alle “nugae” si scopre poeta, scrittore e la sua vita, destinata ad essere quella di un provetto ragioniere, si muta in estensore di celebri sceneggiature per i film di Federico Fellini.

Ognuno di noi, se ora proprio si mette a pensare alle sciocchezze che determinarono altre scelte, altre strade, spesso buone, altre volte negative, potrebbe scrivere un intrigante diario, magari un romanzo di successo.

Nugae per nugae troppi papaveri avevano detto che il Coronavirus era una sciocchezza, ed io ora sto scrivendo pensando anche a questa sciocchezza che costringe me e milioni come me a vivere l’emozione di essere prigioniero a casa propria, per non parlare di tanti fratelli e sorelle d’esistenza umana che per questa tragica sciocchezza non possono più commettere neanche l’ultima sciocchezza.

Concludendo oso suggerire a tutti ed a me stesso di non dire mai ad alcuno che è una sciocca persona, quella persona potrebbe diventare vostro marito, vostra moglie, il vostro mentore, il vostro migliore amico o anche il vostro assassino come in un romanzo giallo.

 

Prof. Luigi Nespoli

immagine dal web

The following two tabs change content below.

Valentina

Mamma, moglie, giornalista per passione. Laureata in Storia e Tutela dei Beni Artistici a Firenze, appassionata di politica, sono impiegata dai tempi dell’università nella grande distribuzione. Iscritta all’Ordine dei Giornalisti della Toscana ho collaborato con testate locali e con l’Informatore di Unicoop Firenze.

Ultimi post di Valentina (vedi tutti)