PROSPETTIVE E PUNTI DI VISTA IN PSICOLOGIA

Prospettive e punti di vista in Psicologia.

Ogni cosa che ci accade innesca dentro di noi determinati pensieri (“avrò fatto bene”, “sarò in grado”, “piacerà agli altri?”, “ce la farò?”, “e ora”, “che emozione”…) e questi, a loro volta, scatenano specifiche sensazioni fisiche ed emozioni.

Ovviamente sta a noi decidere se lasciarci invadere da emozioni che, in termini propriamente psicologici, possiamo definire DIFFICILI (ovvero difficili da gestire quali le emozioni della rabbia e della tristezza) o cambiare la nostra abituale prospettiva e sorprenderci poi di quello che possiamo fare.

Mi è successo, personalmente, qualche mattina fa, di scoprire di essere rimasta senza chiavi o meglio di averle dimenticate.

Cosa succede dentro la mia mente e dentro il mio corpo?

Ad un certo punto mi accorgo, cercando invano nel mio capiente zaino, di non riuscire a trovare le famose chiavi di casa, e quasi immediatamente la mie mente inizia vorticosamente a lavorare (“come hai fatto? e ora? come fai con questo caldo a restare fuori? sei sempre la solita!…”) e anche il mio corpo con le sue svariate sensazioni (agitazione psico-motoria, respiro corto, sudore…).

In poche parole mi ritrovo a gestire una intensa RABBIA verso me stessa e potrei decidere pure di rimanere arrabbiata con me ancora per un pò di tempo, ma decido di provare a cambiare prospettiva.

Decido di fare qualche respiro più lungo e lento (quelli che io amo chiamare i respiri di pancia) e tutto mi appare sotto una prospettiva diversa, più lucida, chiara, meno nefasta e inizio ad accennare pure un piccolo sorriso (la strategia dell’ironia si rivela un’ottima alleata).

Mi guardo intorno e scelgo di sedermi nella mia piazzetta preferita della mia città bevendo un succo di ananas, nell’attesa che i miei genitori possano venire a salvarmi con un altro mazzo di chiavi.

Questa breve storia per raccontare, in poche parole, quanto gli eventi che ci accadono in ogni attimo della nostra vita possono farci esperire sensazioni ed emozioni differenti. Ovviamente sono i nostri pensieri, i nostri punti di vista, le storie che ci facciamo sopra, che influenzano i nostri vissuti. Tutto dipende da come interpretiamo quello che ci accade.

Qualche piccolo suggerimento

  • Provare ad essere presenti e consapevoli dei nostri pensieri
  • Calmare il corpo e la mente attraverso il respiro
  • Provare a sostituire i pensieri negativi con altri più funzionali e alternativi

 

Dott.ssa Francesca Bartolozzi

The following two tabs change content below.

unapsicologaincucina

Sono Francesca Bartolozzi classe 1981, psicologa e psicoterapeuta, istruttrice di pratiche di Mindfulness, moglie e mamma di un favoloso maschietto I miei amici mi chiamano unapsicologaincucina per la mia passione per i fornelli (amo creare e sperimentare nuove ricette; ho un debole per la pasticceria)

Ultimi post di unapsicologaincucina (vedi tutti)